Project

Progetto di restauro e riuso della neoclassica Villa del Ferlaro

Il progetto, che ha interessato l'antico compendio del Ferlaro, opera di Paolo Gazola del 1828 e commissionata dalla Duchessa di Parma Maria Luigia d'Austria, è stato rivolto alla conservazione del monumento e contemporaneamente ad un suo riuso per una diversa destinazione.
Gli interventi di restauro pianificati sono stati principalmente inerenti il consolidamento di alcune parti fatiscenti, nonché un recupero e conservazione dei paramenti murari esterni con il ripristino cromatico delle modanature.
Il riuso ha visto la collocazione della destinazione didattica, come richiesto dalla committenza, in un ambito di compatibilità con le strutture monumentali esistenti.